domenica 13 marzo 2016 Roma, Italia

[DIY] Maschera all'aspirina

Come già detto in questo post, esistono diversi trattamenti per combattere le macchie cutanee, uno di questi è la famosa maschera all'aspirina.

Maschera all'aspirina

Diffusissima in Asia e in America - come dimostrano i numerosi tutorial presenti su youtube - è una semplice e pratica maschera che va a sfruttare l'acido acetilsalicilico, unico principio attivo presente nell'aspirina; quest'acido ha proprietà esfolianti, antinfiammatorie e schiarenti.
Oltre ad eliminare le cellule morte tramite la delicata azione esfoliante, la maschera all'aspirina è in grado di alleviare infiammazioni e rossori in caso di sfoghi d'acne; Una manna dal cielo per chi soffre di questa odiosa malattia.
Ma le proprietà di questa maschera - e dell'acido acetilsalicilico - non finiscono qui...
Grazie al suo potere purificante e sebo-regolatore, aiuta a combattere e seccare le imperfezioni! Questo lo rende un trattamento particolarmente indicato per le persone con la pelle mista, grassa e impura.


Ma veniamo al dunque, come si fa?
Non c'è un'unica risposta a questa domanda, esistono diversi modi per realizzarla.
C'è chi si limita al solo uso dell'aspirina e chi preferisce aggiungere ingredienti naturali come il miele, lo yogurt, l'argilla, l'amido, il gel d'aloe vera, o anche il limone; chi la mischia con l'acqua, chi con idrolati, acqua di rose ecc.. ecc..
Io mi armo solo di acqua e aspirina e di quattro comuni accessori: una tazzina in vetro,  un foglio di alluminio, un cucchiaio da tè e un tappo da bottiglia da vino.
Si tratta pur sempre di un medicinale e di un acido, preferisco non mischiarlo.

Subito dopo aver pulito il viso e preparato tutto l'occorrente, inserisco l'aspirina - effervescente, in questo caso - nel foglio di alluminio, chiudo per bene fingendo di impacchettare un regalo, e con il tappo da vino inizio a frantumarla.
Capirete bene che la funzione del tappo non è essenziale e può essere sostituito con qualsiasi oggetto in grado di svolgere questo compito.

Dopo aver sbriciolato la compressa, verso la polvere nella ciotola (solitamente utilizzo una tazzina da caffè ma per le foto ho preferito una ciotola trasparente) e con il cucchiaino da tè aggiungo un po' d'acqua, il minimo indispensabile per far consumare l'effetto effervescente dell'aspirina.
Mischio per bene e poi procedo con l'applicazione su tutto il viso usando le dita e tenendomi ben lontana dal contorno occhi.
L'aspirina non sarà completamente sciolta e otterrete una specie di pappina spumosa con dei piccoli granuli che produrrà un effetto scrub; non preoccupatevi, è perfettamente normale.
Una volta terminata l'applicazione torno alle mie consuete abitudini e lascio in posa la maschera per un tempo che varia dai 15 ai 30 minuti, fino a quando sarà completamente secca.

Maschera all'aspirina

Per rimuoverla uso semplicemente abbondante acqua tiepida, senza alcun detergente e senza applicare sieri o creme dopo il risciacquo.
Una volta tolta la vostra pelle apparirà morbidissima e più luminosa mentre le imperfezioni riusciranno a seccarsi più velocemente!

Gli effetti sulle macchie invece non saranno immediati, per averli bisogna essere costanti e fare la maschera una volta a settimana - pelle permettendo. È un processo abbastanza lungo.
Ovviamente ci sono tanti altri metodi per ottenere risultati simili in minor tempo, ma sono leggermente più aggressivi e richiedono un tipo di costanza diverso.
Dell'acido glicolico ne ho già parlato qui, di altri ne parlerò in futuro...



INFORMAZIONI UTILI



  • Pur non essendo un trattamento molto aggressivo, se ne sconsiglia l'uso a persone con la pelle molto delicata e reattiva. Vi consiglio di procedere con una prova di tollerabilità cutanea prima dell'applicazione;
  • La maschera è indicata per pelli grasse, miste, impure o spente ma è possibile procedere con l'applicazione localizzata su pelle sensibile o reattiva;
  • In caso di bruciore sciacquare immediatamente il viso. La maschera non dovrebbe bruciare né pizzicare.
  • La maschera non va fatta né prima, né dopo l'esposizione diretta al sole. Per questo motivo se ne consiglia l'applicazione durante la sera, dopo la consueta detersione.

Io ho sempre e solo usato l'aspirina con le compresse classiche e quella effervescente (che, al contrario dell'aspirina “classica”, ha anche l'acido ascorbico - vitamina C), ma dovrebbero andare bene anche quella in granuli e tutti gli altri prodotti a base di acido acetilsalicilico.
C'è chi si arma di più di un'aspirina ma a me ne basta una.


E voi l'avete mai provata?

Posta un commento

Latest Instagrams

© an inquisitive girl. Design by FCD.